CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Assemblea Dipendenti SVAP, Confermato lo Sciopero del 5 Febbraio


 Si è tenuto ieri sera, nella sede della CGIL ad Aosta, l’assemblea dei dipendenti della SVAP sulla questione dei 15 esuberi riguardanti la società di autolinee valdostana.

 

Dall’assemblea è emersa la volontà di attendere gli sviluppi degli incontri con l’Assessorato ai Trasporti che avverrà venerdì 24 gennaio alle 14:30 e con Confindustria di lunedì 27 gennaio. I sindacati sottolineano che andranno uniti a questi tavoli con lo scopo di evitare qualsiasi licenziamento, e con l’obiettivo di trovare tutte le soluzioni necessarie per risolvere la questione degli esuberi.
E’ stata inoltre decisa un‘azione di comunicazione nei giorni della Fiera di Sant’Orso per informare gli utenti dei mezzi pubblici sulla situazione venutasi a creare nella società di autolinee riguardante il licenziamento dei lavoratori, che “a fronte di questo – sottolineano Cgil,Cisl,Uil e Savt - continuano a prestare il proprio servizio, e  trasmettere un’immagine positiva della Valle d’Aosta nei giorni di uno dei più importanti eventi della regione“.

L’Assemblea ha poi confermato la partecipazione allo sciopero del 5 febbraio e “invita tutti coloro che si sentono colpiti dai tagli ai servizi pubblici ad intervenire, dai pensionati agli studenti, dagli universitari agli utenti”.

Abbiamo ritenuto doveroso convocare un’assemblea con tutti i dipendenti della SVAP per decidere insieme il percorso da fare – dice Antonio Fuggetta, segretario generale FILT– CGIL – dobbiamo arrivare ad una trattativa che escluda ogni tipo di licenziamento. La questione non riguarda soltanto i 15 lavoratori della SVAP è su tutto il piano del trasporto pubblico che bisogna intervenire, garantendo l’interscambio tra le modalità di servizio e le coincidenze,  migliorandolo attraverso corsie preferenziali per i mezzi, incentivandolo per diminuire l’uso del mezzo privato e il conseguente inquinamento, il tutto per garantire agli utenti la certezza del viaggio e ai lavoratori l’occupazione”.

Ci ritroviamo con una grande amarezza nel cuore, soprattutto dopo i sacrifici chiesti nel 2013, dove i lavoratori sono andati incontro alle necessità dell’azienda rinunciando alle ferie – ha sottolineato Natale Dodaro della UIL della Valle d’Aosta – questo è un momento dove non bisogna tagliare ma al contrario investire. Un licenziamento come questo non risulta, alla fine, un risparmio, ma uno spostamento di costo, dal lavoro alla disoccupazione”.
 
Ci siamo attivati immediatamente perchè siamo fortemente preoccupati per questa situazione – ha detto Alessandro Pavoni del SAVT – siamo uniti nel contrastare questa linea che non presenta alcun tipo di soluzione se non ricorrere ad un licenziamento. La questione degli esuberi può essere risolta trovando altre vie, diverse dal licenziamento. Dopo i colloqui con l’Assessore Marguerettaz e Confindustria vedremo le azioni future da percorrere e confermiamo lo sciopero unitario del 5 febbraio”.

La scusa è sempre la solita – conclude Heros Marra della CISL – la crisi, ma tagliando un posto di lavoro si contribuisce ad aumentarla. Il trasporto pubblico, e la sua capillarità nel Comune di Aosta, è fondamentale per i lavoratori e soprattutto per gli utenti. Con questo licenziamento si andrà incontro ad un peggioramento di un servizio che è di utilità per tutta la comunità”.




Articolo del 21/01/2014

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI


XVII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop