CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Cgil Valle d'Aosta 'La politica non stia solo a guardare, ma agisca'


 “Non ci si può ammalare di lavoro. Non è giusto morire a causa del lavoro”. A dirlo a gran voce sono stati i sindacati di Cgil, Cisl, Uil e Savt che, in occasione del 1° maggio, si sono ritrovati in piazza Chanoux a Verrès, per ribadirlo anche agli iscritti, ai simpatizzanti, agli assessori regionali uscenti e ai candidati, che si presenteranno alle prossime elezioni regionali. I dati nazionali sono allarmanti. Nel primo trimestre del 2018 i morti sul lavoro sono stati 212. 22 in più rispetto ai primi tre mesi dello scorso anno (+11,6%). Una drammatica emergenza da affrontare concretamente, agendo su più fronti, perché non si può definire civile un Paese, in cui ci sono tre morti al giorno sul lavoro. “Se potessero ancora gridare le loro storie, i 13 mila morti sul lavoro censiti negli ultimi 10 anni, ci racconterebbero storie che insieme al dolore provocherebbero una rabbia incontrollabile” affermano all'unisono i segretari regionali Domenico Falcomatà (CGIL), Jean Dondeynaz ( CISL), Ramira Bizzotto (UIL) e Guido Corniolo (SAVT).

Per quanto riguarda la situazione della Valle d'Aosta, i dati diffusi dall’I.N.A.I.L. sono in leggera diminuzione, 1566 i casi di infortunio aperti nell'ultimo anno (tra cui 706 indennizzi temporanei e 1 incidente mortale). 22 in meno rispetto al 2016.

Ma in questo dato apparentemente positivo, c'è un'amara realtà, di cui prendere atto: “l'occupazione è calata in maniera preoccupante” ribadiscono le organizzazioni sindacali: “Basti pensare al settore edile, pesantemente martoriato dalla crisi economica” .

Sottolinea il segretario regionale della CGIL Valle d'Aosta, Domenico Falcomatà: “Dobbiamo riflettere tutti su questa situazione e la politica, in primis, deve affrontare seriamente il tema con leggi ad hoc, che abbiano come capisaldi la sicurezza e la salute sul lavoro e soprattutto pensare a provvedimenti che possano creare un'occupazione stabile. Dai nostri politici ci aspettiamo che contrastino con forza il lavoro precario e discontinuo, il lavoro nero o grigio, troppo spesso sottovalutato, quando non tollerato. Occorre che il lavoro torni a vivere nella legalità”. Prosegue Falcomatà: “Chi avrà la responsabilità di governare la Regione per i prossimi cinque anni dovrà mettere il lavoro al primo posto, perché la Valle d’Aosta sta vivendo oltre alla crisi, non solo economica, un grave degrado etico e morale senza precedenti. Occorre essere consapevoli che questa crisi ha bisogno di risposte differenti dal passato, perché è diverso il contesto, in cui siamo oggi. Bisogna essere capaci di pensare al futuro della Valle d’Aosta, mettendo in primo piano l’interesse comune e i progetti in grado di risollevare un territorio con grandi potenzialità, oggi in crisi, non solo economica, ma d’identità. È il tempo di agire con azioni concrete che rilancino l’occupazione stabile. Lo sviluppo economico deve essere governato da politiche di lungo respiro. Gli investimenti pubblici devono essere funzionali al bene di tutta la comunità e non solo di pochi gruppi d’interesse. Non si può considerare di passare gli anni della prossima legislatura come quelli appena terminati, dove la politica si è avvitata su se stessa in una logica auto-referenziale, in cui i giochi di potere sono stati predominanti. Occorrono certezze e che i tanti temi irrisolti trovino una soluzione, a partire da quello del lavoro e dell’occupazione. Il lavoro è la priorità. Di conseguenza, la sicurezza e la salute, che sono elementi fondamentali per lo sviluppo della nostra regione, devono trovare una primaria collocazione”.


Articolo del 07/05/2018

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI


XVII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop