CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

#lovoglioancheio Firma la Petizione per Estendere i Diritti dello Stauto dei Lavoratori a Tutti


Venerdì scorso il Direttivo Nazionale della NIdiL Cgil, ha deciso di lanciare la petizione on line “Lo voglio anche io, lo Statuto!”

Firma la Petizione

Con la scusa di eliminare le discriminazioni fra lavoratori di "serie A" e "serie B", il Governo sta tentando di cancellare diritti conquistati con decenni di lotte democratiche, non solo l'articolo 18, ma anche il diritto a non essere sorvegliati dal datore di lavoro e a non subire demansionamenti.

I diritti non vanno eliminati, ma aggiornati ed estesi a tutti coloro che, per colpa delle leggi varate negli ultimi anni da governi e Parlamento, ne sono esclusi: co.pro., co.co.co., occasionali, partite Iva individuali, associati in partecipazione, ecc., lavoratori che lo stesso Governo  utilizza per “dimostrare” che il sindacato non rappresenta le “nuove forme di lavoro” e pertanto non ha adeguata autorevolezza nel contrastare le scelte del Governo stesso.

Lo Statuto dei diritti dei lavoratori, scritto nel 1970, deve essere salvaguardato e aggiornato per estendere i diritti previsti a tutti e per inserirne di nuovi, adeguati alle mutate esigenze di lavoratrici e lavoratori e ai cambiamenti del mercato del lavoro.

La Cgil sostiene da anni che è necessario ridurre drasticamente il numero di tipologie dei contratti che permettono ai datori di lavoro di risparmiare sulla pelle delle persone, specie dei giovani, senza offrire un vero lavoro e un futuro.

Aggiornare ed estendere lo Statuto vuol dire garantire a tutti la dignità che ogni forma di lavoro pretende:

  • il diritto di lavorare in ambienti salubri e sicuri;
  • retribuzioni e compensi in grado di garantire un'esistenza libera e dignitosa;
  • il diritto alla formazione e all'aggiornamento professionale, in una società che chiede sempre più saperi di qualità;
  • il diritto a non essere licenziato senza una giusta causa o un giustificato motivo;
  • il diritto a organizzarsi sindacalmente per rappresentare i problemi del lavoro;
  • la tutela della maternità, del diritto al riposo e al recupero psico-fisico delle forze, la copertura della malattia e degli infortuni.

Chi lavora, con qualsiasi forma contrattuale, deve avere la certezza di poter godere di questi diritti, perché non ci siano più lavoratori di serie A o B, ma persone.

Firma la Petizione

Articolo del 15/10/2014

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI


XVII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop