CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Proposta di Riforma Orario Docenti, Flc Cgil 'Siamo Molto Lontani da un Vero Cambio di Rotta'


"L'orario di lavoro nella sua articolata composizione, dà corpo e sostanza alla ridefinizione del profilo professionale dei docenti. Per questa ragione respingiamo tutte le ipotesi in campo di aumento dell'orario di lavoro. Le ore di cattedra devono essere confermate nella attuale consistenza (18-22-25) e deve essere limitato il ricorso alla possibilità di accedere ad ulteriori ore aggiuntive. Ciò anche nell'ottica di prevedere posti stabili e funzionali all'offerta formativa delle scuole" così il Segretario Nazionale della Flc Cgil Domenico Pantaleo riguardo alla proposta sulla scuola del Governo Renzi.

Una proposta, solo annunciata e che dovrebbe essere resa nota il 15 luglio prossimo, che prevede un nuovo contratto di lavoro con più ore per tutti i docenti, scuole aperte con orari allungati, arrivando gradualmente alle 10 di sera, supplenze interne e discrezionalità dei dirigenti scolastici nell’erogazione dei bonus. Quanto alle graduatorie, si esauriranno quelle vecchie e spariranno quelle d’istituto, che hanno in carico quasi 500.000 precari.

"Nell'ambito del rinnovo del contratto bisogna riconoscere tutto il lavoro dei docenti, attività collegiali e programmazione, rapporti con famiglie e alunni, attività funzionali al lavoro d'aula - conclude Pantaleo - il contratto deve affermare un progetto condiviso di scuola aperta e l'orario deve supportare quella idea".

Per la Flc Cgil queste proposte quindi sono molto lontane dall’essere definibili come un cambio di rotta: si propone la solita pratica dei tagli lineari, si chiede agli insegnanti di lavorare di più e gratuitamente, dopo il blocco pluriennale dei contratti, licenziando anche i precari.

Per quanto riguarda la posizione della Flc Cgil della Valle d'Aosta il Segretario Generale Katya Foletto è pienamente in linea con la posizione della Categoria Nazionale e sottolinea:

"Condivido pienamente quanto sostenuto dal Segretario nazionale della Flc Cgil Domenico Pantaleo: non è' sulla pelle dei docenti che si fa la qualità' della scuola. L' aumento dell' orario di lavoro e la contestuale diminuzione delle retribuzioni non sono certamente i pilastri su cui fondare l riforma della scuola italiana. Non si tratta di difesa di privilegi o di logica corporativa come sostiene qualcuno ma di semplice e concreta riflessione: non si è mai visto l' aumento della qualità di una qualsiasi attività lavorativa passare attraverso il peggioramento delle condizioni di lavoro. Chi afferma il contrario mente. E il merito è tutta un' altra storia".

Se il Partito Democratico della Valle d'Aosta ha un'idea di scuola che rispetti pienamente il sacrificio degli insegnanti, lo invitiamo al confronto e siamo pienamente disponibili ad aprire un tavolo per trovare la soluzione più equa possibile.
 

Articolo del 12/07/2014

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI


XVII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop