CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Referendum contro la Buona Scuola - Al Via la Raccolta Firme


 Il mese scorso, domenica 13 marzo, si è tenuta a Roma l’assemblea dei Comitati promotori di alcuni importanti Referendum sociali tra i quali l'abrogazione di alcune norme della “Buona Scuola”. I questi sono stati poi depositati in Cassazione il 17 marzo e da domani, sabato 9 aprile, prende il via la campagna di raccolta firme. I Comitati promotori rappresentano decine di organizzazioni tra movimenti, associazioni e sindacati, tra i quali aderisce anche la Flc Cgil.

I Referendum sulla scuola sono relativi all’abrogazione di alcune norme contenute nella legge 107, naturalmente, la Flc Cgil sosterrà tutti i quesiti referendari e darà il proprio concreto sostegno alla raccolta delle firme.

"La Flc Cgil ha contrastato fin dalla sua elaborazione le linee “culturali” della legge 107 - sottolinea Katya Foletto, Segretario Generale della Flc Cgil Valle d'Aosta - insieme agli altri sindacati confederali e della scuola, fino allo sciopero straordinario del 5 maggio 2015. Dal governo, tuttavia, si è deciso di proseguire ad oltranza, senza alcun confronto con i soggetti sociali e le organizzazioni sindacali".

Il Referendum sulla legge 107 s’impone dunque, non solo come utile strumento per abrogare norme sbagliate, ma anche per riaprire un dibattito sul futuro della scuola pubblica restituendo la parola a chi nelle scuole vive, ai cittadini, territori, alle famiglie e alle tante associazioni interessate a istruzione e educazione nel nostro Paese.

"Il nostro obiettivo - conclude Foletto - resta quello di garantire a tutti il diritto al sapere riconsegnando ai tanti soggetti che vi operano, una scuola pubblica democratica, aperta e laica, in coerenza con i valori repubblicani e costituzionali".

I 4 quesiti:

1. School bonus: si chiederà di cancellare un beneficio di fatto riservato alle scuole private, che inoltre accrescerebbe anche le disuguaglianze tra le scuole pubbliche: le erogazioni liberali non dovranno più essere riservate alle singole scuole, ma all’intero sistema scolastico. Non possiamo accettare che si accresca la divisione tra scuole di serie A e scuole di serie B, come non possiamo accettare che si privatizzi ulteriormente l’istruzione;

2. Poteri del dirigente scolastico: si prova ad abrogare la chiamata diretta degli insegnanti da parte del dirigente scolastico sugli ambiti territoriali per incarichi solo triennali. Nella scuola pubblica non può esserci spazio per clientelismi e competizione.

3. Alternanza scuola-lavoro: si vuole abrogare l’obbligo di 200 ore nei licei e 400 ore nei tecnico-professionali, lasciando le scuole libere di organizzare tali attività come hanno sempre fatto, al fine di impedire che gli studenti possano affrontare, come già stiamo rilevando, dei percorsi di alternanza dequalificati, senza reali tutele, non attinenti al percorso di studi e soprattutto eccessivamente invasivi per l’assurdità delle ore imposte;

4. Premi ai docenti: si vuole abrogare la possibilità del dirigente Scolastico di attribuire dei premi ai docenti, ripristinando le funzioni precedenti del comitato di valutazione secondo il T.U. (Dl 297/94), salvaguardando al contempo il fondo per la valorizzazione dei docenti, demandandolo dunque alla contrattazione d’istituto. Non è questo il modello di valutazione che ci interessa: alla punizione e ai premi preferiamo la cooperazione, il dialogo e la definizione dal basso di strategie di miglioramento condivise.

Oltre ai 4 quesiti contro la "Buona Scuola" sarà possibile anche firmare un referendum per fermare in modo definitivo le trivellazioni in terra e in mare, uno per evitare la costruzione di 14 nuovi inceneritori, tutti previsti al Centro-Sud, nonché il potenziamento dei ‘termovalorizzatori’ già esistenti e una petizione nazionale contro il decreto attuativo della legge Madia che impone la privatizzazione dei servizi pubblici.

Articolo del 08/04/2016

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI


XVII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop