CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Riforma della Scuola e Nuovi Adattamenti - 'Si trovino soluzioni per stabilizzare i precari'


Le organizzazioni sindacali scolastiche regionali Flc Cgil, Cisl Scuola, Savt École e Snals, durante il ciclo di assemblee svoltesi nelle scorse settimane su tutto il territorio regionale, hanno recepito le istanze, i dubbi, le richieste professionali delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola.

A tal proposito, i sindacati della scuola si sono impegnati a raccogliere, alla fine del primo quadrimestre, dati e informazioni relativi alla fase di avvio della sperimentazione dei “Nuovi adattamenti”, così da consentire una valutazione ponderata degli effetti, a livello tanto didattico quanto lavorativo.

Gli insegnanti presenti alle assemblee hanno, infatti, lamentato una mancanza di chiarezza e una considerevole difficoltà nel recepire le richieste provenienti dall'amministrazione scolastica a causa di indicazioni non uniformi da parte dei dirigenti scolastici e della mancanza di tempo di lavoro da dedicare all'elaborazione dei nuovi programmi e alla loro sperimentazione.

Questo è il primo anno di sperimentazione e, consapevoli che nel prossimo anno scolastico essa riguarderà anche le classi seconde, le Organizzazioni Sindacali ritengono fondamentale monitorare come i professionisti della scuola recepiscano questo avvio, perché se è vero che l'insegnamento deve avere ricadute positive sugli alunni è altrettanto vero che non vi può essere una proficua riforma scolastica senza il contributo consapevole e maturo dei docenti.

Lo stato di disagio e di confusione degli insegnanti è ulteriormente aggravato dall'incertezza normativa a livello ministeriale, incertezza che inevitabilmente si riverbera a livello locale. La legge di riforma scolastica ha introdotto la formazione obbligatoria per gli insegnanti, ma alla data odierna essa è regolata dal contratto di lavoro vigente, che risale al 2006, il quale non prevede obblighi per il suo svolgimento.

I carichi e l'organizzazione del lavoro sono materia contrattuale e Flc Cgil, Cisl Scuola Savt École e Snals, ribadiscono che, prima di parlare di nuovi obblighi lavorativi, è necessario riaprire il tavolo negoziale per il rinnovo del contratto.

In attesa degli annunciati pronunciamenti da parte del Consiglio di Stato in calendario per il 16 novembre 2016 sull'annosa questione dei diplomati magistrali, le Organizzazioni sindacali scolastiche valdostane rinnovano la richiesta di trovare adeguate soluzioni per la stabilizzazione dei precari abilitati, cercando di contemperare le legittime istanze dei laureati in scienze della formazione primaria e degli abilitati mediante diploma magistrale.

Articolo del 16/11/2016

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI


XVII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop