CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Sentenza Ue - Foletto 'Invitiamo i Precari Interessati a Contattarci per Ottenere la Tutela Legale'


 A seguito delle dichiarazioni riportate da diversi organi di stampa del Presidente della Regione Augusto Rollandin, la Flc Cgil della Valle d'Aosta esprime tutto il suo stupore perchè la sentenza della suprema corte dell'unione è chiara, boccia i rinnovi a ripetizione degli incarichi per coprire i posti "vacanti e disponibili", "Non si può" spiegano i giudici perché l'accordo quadro del 1999 sul lavoro a tempo determinato, allegato alla direttiva 1999/70/Ce, impone agli Stati membri di rinnovare i contratti a termine solo indicando "ragioni obiettive" esplicite oppure fissando in anticipo la durata massima totale dei contratti o del numero dei rinnovi.

La Flc Cgil aveva avviato la vertenza nazionale per la stabilizzazione del personale precario nel 2010 insieme all'operazione centomila, dopo che la Commissione Europea definì un abuso la reiterazione per più di 36 mesi dei contratti a tempo determinato allo stesso personale su posti stabilmente vacanti.

Da allora la vertenza ha coinvolto migliaia e migliaia di precari i quali sono stati assistiti dai legali della Flc Cgil nei diversi gradi di giudizio e fino in Cassazione ottenendo molte vittorie.

Il Sindacato dei lavoratori della conoscenza inoltre è intervenuto nella causa presso il Tribunale di Napoli che nel gennaio 2013 ha rimesso alla Corte di Giustizia europea il giudizio sulla questione della legittimità della normativa italiana in materia di precariato.

La Flc Cgil è quindi stata presente con i suoi legali il 27 marzo 2014 presso la Corte di Giustizia nell’udienza che ha dibattuto la questione del precariato scolastico italiano e infine è stata presente lo scorso 26 novembre a Lussemburgo quando la Corte finalmente ha riconosciuto le ragioni dei precari censurando il comportamento dello Stato italiano.

"Ora come già abbiamo ribadito chiediamo al Governo Nazionale e Regionale di dare immediata attuazione alla sentenza stabilizzando tutti i precari che hanno i requisiti richiamati dalla stessa - sottolinea il Segretario Regionale della Flc Cgil, Katya Foletto - mercoledì l'Assessore all'Istruzione della Regione ci incontrerà proprio in merito a questa questione. Siamo allibiti che il Presidente della Regione abbia messo in discussione la decisione presa dalla più alta corte dell'Unione Europea. Siamo consapevoli che i tempi non saranno brevi ma l'Italia dovrà intervenire. In attesa di una auspicabile soluzione politica, invitiamo tutti precari interessati a rivolgersi presso le nostre sedi sindacali per ottenere la tutela legale".

Articolo del 01/12/2014

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI


XVII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop