CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Verso il Congresso Regionale...la Flai


 Si è svolto ieri, al Camping Les Iles di Pollein, il Congresso della Flai della Valle d'Aosta.

Dopo il ricordo dello scomparso Avv.to Caveri, che aveva lavorato per la categoria, ha preso la parola il Segretario Generale Guido Zanardi che ha fatto un'attenta analisi della situazione della categoria in Valle d'Aosta sottolineando come la Crisi non si sia attenuata dall'ultimo congresso, anzi si è accentuata, con qualche differenza però "a ben guardare qualche differenza con allora c'è, due governi tecnici dopo, la gente sta ancora peggio di allora, esce dal mercato del lavoro per andare in mobilità e non in pensione, io stesso non ricordo nemmeno più quante casse integrazioni e mobilità in deroga ho firmato in questi anni". 

"La Valle d'Aosta non esiste più - continua Zanardi - la nostra specificità è stata barattata con un pugno, sempre più esiguo, di milioni. L'avere rinunciato a perseverare nel ricercare una autonomia vera in cambio di un po' di buoni benzina, che non ci sono più, ha poi finito per far pagare alla Valle un conto pesantissimo quando la crisi si è manifestata. Può sembrare un ragionamento slegato dall'attività sindacale generale ed in particolare della nostra categoria, ma non è così".

La Flai della Cgil organizza i lavoratori agricoli e i lavoratori dell'industria di trasformazione alimentare, ed i Valle d'Aosta conta 250 iscritti. Tra i suoi principi statutari vi è quello di tutelare, difendere e promuovere i diritti individuali e collettivi dei lavoratori e rafforzare la solidarietà tra tutti i lavoratori dipendenti, precari e disoccupati.

Al Congresso, erano presenti oltre al Segretario Regionale della Cgil Domenico Falcomatà, anche Mauro Filippi per la Cisl e Edy Paganin per il Savt.

Dal mondo agricolo ai forestali, dalla Lavazza di Vèrres alla Heineken, tanti i punti toccati dal Segretario della Categoria.

"Oggi di oltre 800 forestali che avevamo ne restano una ottantina a tempo indeterminato e oggi anche gli impiegati forestali a tempo determinato potrebbero essere a rischio.Tutti gli altri sono in balia di imprese che appaltano lavori per l'assessorato il quale sicuramente risparmi qualcosa con i ribassi d'asta ma con un costo sociale altissimo ed in genere con una qualità dei lavori discutibilissima visto che per lo più sono imprese edili e non forestali non attrezzate per lavori in boschi o torrenti".

Forestali, che tanto hanno riempito il dibattito politico in consiglio regionale e non solo e che facendo un riepilogo della vicenda "nel 2013 con il regime degli appalti a ditte esterne, la regione ha speso qualcosa come 12.000.000 per far lavorare 212 persone per circa 2 mesi e altre 200 appartenenti alle fasce protette. Fino al 2010, con il regime di amministrazione diretta da parte dell'Assessorato, spendeva 17,5 milioni, ma faceva lavorare quasi 700 persone per 5 mesi pieni l'anno".

Fiore all'occhiello della Categoria la Heineken, azienda che "ci ha abituato ad una buona qualità delle relazioni sindacali".

"Lo stabilimento di Pollein - evidenzia Zanardi, parlando dell'azienda dalla quale proviene - viene considerato da molti un fiore all'occhiello del gruppo per qualità di prodotto e per l'elevata flessibilità dimostrata dai lavoratori, capaci di adattarsi a diversi ritmi produttivi con prontezza e capacità. Il problema di questo stabilimento è l'estrema specializzazione, vi sono potenzialità produttive di tutto rispetto ma oggi confinate solo alla produzione di lattine. Il nuovo impianto costruito nel 2013 è ormai pronto, novità assoluta nel panorama internazionale della produzione e vendita di birra, un impianto per spillare la birra a casa come al bar, con tanto di refrigeratore e compressore. Ciliegina sulla torta è che in questo stabilimento non si verifica nessun infortunio da oltre due anni".

Alla fine dei ringraziamenti a chi ha collaborato e lavorato per la Categoria, alla Flai Nazionale che non ha mai fatto mancare il suo sostegno il Segterario ringrazia anche chi " ha dovuto sopportare le mie assenze, i miei improvvisi viaggi del giorno dopo, le ferie spostate o rinunciate. Mi riferisco soprattutto a mia moglie, che una volta ebbe a dirmi, durante una vacanza in Bretagna "non è il massimo che, su un traghetto a 1000 km di distanza da casa tua tu passi il tuo tempo a parlare con un delegato che ha dei problemi". Ma la Cgil è anche questo".

L'Assemble dopo il dibattito ha votato Valter Crespo quale Segretario Generale




Articolo del 04/03/2014

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI


XVII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop