CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Verso il Congresso...Spi Cgil


Conta 5.600 iscritti lo Spi della Cgil Valle d'Aosta, 5.600 persone che come molti affrontano la crisi ma soprattutto i continui mutamenti delle riforme sulle pensioni. I pensionati hanno dato tanto all'Italia e alla Valle d'Aosta in termini di sacrifici, e con il passare del tempo hanno visto il frutto del lavoro di una vita andare diminuendo fino ad arrivare ad una perdita del potere di acquisto dal 1992 ad oggi del 30%.

Lo Spi ha lottato con i pensionati e i lavoratori per cercare di tamponare e correggere le varie riforme che si sono susseguite negli anni e soprattutto l'ultima, la cosidetta "Riforma Fornero". Una riforma che ha rappresentato un grave arretramento sociale causando una pesante incertezza per il futuro dei lavoratori e penalizzando gravemente i pensionati. Per lo Spi è indispensabile che il sistema di rivalutazione delle pensioni venga mantenuto nella sua originale versione, quella del Governo Prodi, ed è fondamentale che le pensioni vengano difese in modo strutturale dal fenomeno del drenaggio fiscale, che ne erode il valore.

"Siamo preoccupati perchè le varie finanziarie hanno comportato tagli al sistema sanitario e sociale - dice Gaetano Maiorana segretario generale dello Spi Valle d'Aosta - i pensionati e gli anziani devono far fronte alle spese che la pubblica amministrazione non segue più".

Un quadro nazionale quindi non edificante, quello regionale invece?

"A livello regionale - continua Maiorana - la delibera della giunta regionale di gennaio prevede un piano di revisione dell'accesso ai contributi socio-sanitari, cosa che andrà ad incidere su un largo spettro di servizi, dagli asili alle case di riposo, dalle badanti alle rette, bisognerà vedere come verrà applicata, ma, comunque sia, l'utente subirà un danno dal punto di vista economico e di assistenza".

Tutti temi che verranno toccati nelle varie fasi congressuali che porteranno il primo sindacato dei pensionati della Valle d'Aosta al congresso finale il 20 marzo.

"Sono temi importanti e fondamentali per la vita dei pensionati e dei lavoratori della nostra regione ma non solo; abbiamo cominciato le assemblee territoriali che ci porteranno al congresso regionale dello Spi il 20 marzo - conclude Maiorana - la partecipazione è buona e  molto qualificata, e i temi portati alle assemblee dai due documenti dimostrano un'importante vivacità e senso di democrazia tipico della confederalità della Cgil. La nostra storia è fatta di lotte, di sconfitte, di vittorie, di impegno per la difesa dei diritti e soprattutto dell'uguaglianza e della giustizia sociale, messa a dura prova negli ultimi tempi".

 

 

Articolo del 05/02/2014

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI


XVII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop