CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Caso Bertone, Cgil e Funzione Pubblica: 'Un'occasione persa anche per tutta la Valle d'Aosta'


Sul caso Catherine Bertone la Regione Autonoma Valle d'Aosta ha toccato il fondo. La giustificazione dell'assessore sul fatto che non si trovino pediatri neppure su tutto il territorio nazionale è una pezza peggiore dello strappo ed è la prova tangibile del malessere che persiste nella nostra regione. La Cgil e Funzione Pubblica Cgil Valle d'Aosta stigmatizzano il continuo immobilismo dei nostri governanti.
Anni e anni di investimenti pubblici su impianti sportivi per far crescere i nostri atleti, poi però non si permette a una delle nostre eccellenze sportive, come la pediatra-maratoneta, di partecipare ai Mondiali. La politica fa spallucce e alza le mani al cielo.
La questione del francese nei concorsi pubblici per arruolare medici, che viene definita da tutti un ostacolo, ma che finora, a parte le dichiarazioni eclatanti, non ha sortito effetti nella concretezza dei fatti.
Valorizzare le potenzialità, le nostre bellezze e le specialità. Poi però al primo ostacolo, immobilismo.
Punti cruciali che fanno pensare che siamo governati da politici che prediligono l'annuncio all'azione e che sono sempre più lontani dai cittadini. Il caso Bertone per la Valle d'Aosta è il simbolo di come questa regione stia andando sempre di più verso una deriva molto preoccupante. Il problema della carenza di personale medico in Valle d'Aosta non emerge da oggi. Da quanto tempo il nostro sindacato lo denuncia senza essere ascoltato con attenzione, ma liquidato con frasi fatte come “faremo, penseremo, agiremo”.
La mancata partecipazione della pediatra-maratoneta ai Mondiali di Doha è un'occasione importante persa per la dottoressa Bertone, ma perdiamo anche tutti noi valdostani. Era una bella opportunità anche per la Valle d'Aosta, senza contare, aspetto non secondario, che un medico-donna-atleta sarebbe stata la rappresentante di un bel messaggio promozionale della nostra regione: la Valle d'Aosta crede nello sport. Ora viene da chiedersi a quante opportunità deve ancora rinunciare la Valle a causa delle indecisioni di coloro che rappresentano i cittadini. Eppure sono loro che legiferano e che decidono del futuro di tutti noi. Non siamo messi tanto bene, per niente!

Articolo del 09/07/2019

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Passa al mobile
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop
aaa