CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Cooperative sociali, disdetto l'accordo integrativo: 'Tolti i 200 euro medi dalla busta paga


Tensione alle stelle tra le organizzazioni sindacali (Fp Cgil, Fp Cisl, Uil Fpl, Uiltucs, Uil FplSavt servizi) e le cooperative sociali valdostane. Alla base c'è il “niet” da parte delle cooperative per quanto concerne i 200 euro medi disposti dall'accordo integrativo sulla busta paga dei lavoratori, che è stato disdetto. Le parti avevano concordato di rivedersi a gennaio per proseguire il confronto. Purtroppo durante le feste natalizie, come augurio di un sereno Natale, le cooperative sociali hanno comunicato ai propri soci e dipendenti la disdetta del contratto integrativo, prendendo una decisione unilaterale e snobbando l'impegno suddetto. Affermano le organizzazioni sindacali valdostane: “Quella delle cooperative è una realtà che è cresciuta nell'ultimo decennio a ritmi da new economy e che nei servizi agli anziani, all'infanzia, nel settore educativo e di inserimento lavorativo ha consentito, con grandi sforzi e dedizione di chi vi opera, la tenuta dei servizi alla collettività, spesso a salari ridotti e a situazioni di flessibilità organizzativa pesantissimi. Si pensi che certe occupazioni, svolte nell’ambito di enti pubblici sono regionali o statali: ma invece molto spesso sono le cooperative a essere chiamate in causa attraverso delle gare di appalto”. Rincarano la dose i sindacati: "Siamo pronti a lottare al fianco dei lavoratori, perché questo atteggiamento da parte delle cooperative va a discapito dei tanti operatori che in esse operano con dedizione. I 200 euro medi sono dovuti, e su questo come organizzazioni sindacali non indietreggeremo”. Sull'argomento le organizzazioni sindacali unitariamente organizzeranno delle assemblee rivolte a tutti i lavoratori delle cooperative sociali: lunedì 20 gennaio ad Aosta presso il salone della BCC valdostana dalle 11 alle 12.30 e dalle 17 alle 18.30; venerdì 24 gennaio a Morgex presso il poliambulatorio dalle 14 alle 16 e mercoledì 29 gennaio dalle 14 alle 16 a Verrès presso il salone Bonomi. Infine giovedì 16 gennaio è stata indetta una conferenza stampa, in cui è stato annunciato che se non ci sarà un sostanziale cambio di marcia, i sindacati sono pronti a proclamare lo sciopero.

Articolo del 16/01/2020

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Passa al mobile
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop