CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Csir a Torino: 'Necessari interventi in tempi rapidi sulla Torino-Ivrea-Aosta'


Si sono riuniti per la prima volta congiuntamente martedì 4 febbraio a Torino i Csir (Consigli sindacali interregionali) Alpi-Arco Lemano e Liguria-PACA. Per i relatori è stata una giornata importante: "Un primo passo verso una collaborazione efficace delle nostre Regioni”, che hanno visto i partecipanti confrontarsi sui numerosi problemi che accomunano Valle d’Aosta, Piemonte, Auvergne-Rhône-Alpes, Liguria e Provence-Alpes-Côte d’Azur, ad iniziare dagli attraversamenti alpini dei migranti, dalle infrastrutture di trasporto di persone e merci, dal lavoro frontaliero e distaccato. Sulle infrastrutture, i recenti eventi (Ponte Morandi, Torino-Savona, Torino-Aosta) hanno reso evidente l’urgente necessità di manutenzione e di investimenti per una “regione d’Europa” che si candida ad essere un crocevia del commercio internazionale con i propri trafori, porti, retroporti, sistema stradale e ferroviario. Proprio in merito alla situazione delle infrastrutture in Valle d'Aosta è intervenuta Cristina Marchiaro, segretario generale Filt Cgil Valle d'Aosta, accompagnata da Roberto Billotti della segreteria regionale Cgil. Si è fatto il punto sulla situazione ed è stato posto l’accento anche sulla necessità di interventi in tempi rapidi sulla Torino-Ivrea-Aosta, sui tratti a binario unico della Torino-Savona, l’importanza del completamento del raddoppio della tratta Andora-Finale e di maggiori frequenze sulla Savona-Ventimiglia-Nizza su cui pesa, oltre al turismo, un forte pendolarismo. Sull’annosa situazione del colle di Tenda. Se da un lato i lavori per la nuova galleria stradale stanno ripartendo, dopo le note vicende giudiziarie, che hanno portato ad una lunga sospensione dei lavori col ricorso al traffico a senso alternato nella galleria storica, dall’altra va aperta nuovamente un’interlocuzione unitaria di tutte le Organizzazioni dei due Paesi con le controparti
(Prefetture, Regioni, RFI, RFF) per arrivare ad una valorizzazione ai fini turistici e di pendolarismo della linea ferroviaria internazionale Cuneo-Limone-Nizza. Quest'ultima è nota come “ligne des merveilles” e ha un enorme potenziale, infatti è considerata una delle 5 più belle al mondo per capolavori ingegneristici e bellezza dei paesaggi naturali attraversati, ma al momento è lenta e fortemente sottoutilizzata per responsabilità di entrambi i Paesi. Sul lavoro frontaliero e distaccato, che in particolare tra Italia, Francia e Principato di Monaco presenta numeri elevatissimi di lavoratori coinvolti in tutte le direzioni, oltre a proporre di fare dei Csir un “catalizzatore del dialogo sociale” tra parti datoriali, sindacali e istituzioni per affrontare il tema dell’armonizzazione di norme sui trattamenti fiscali e previdenziali, che presentano lacune e differenze di interpretazioni, è stato deciso di attivarsi presso gli organi ispettivi dei Paesi coinvolti per sollecitare controlli che sono al momento clamorosamente carenti, e che permettono di fatto la frequente non-applicazione della normativa europea e nazionale, con gravi casi di sfruttamento dei lavoratori e conseguenti fenomeni di dumping sociale.   

Articolo del 04/02/2020

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Passa al mobile
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop