CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Diplomati Magistrali esclusi, nuovo ricorso al Tar della Flc Cgil


È stato pubblicato dal Miur il DM n. 495 del 22 giugno 2016 relativo all’aggiornamento annuale delle graduatorie ad esaurimento che non prevede la possibilità per i diplomati magistrali con titolo conseguito entro l’a.s. 2001/2002 di potersi inserire.

La Flc Cgil ritiene che questo provvedimento, come già avvenuto lo scorso anno con il DM n. 325 del 2015, possa essere impugnato avanti al TAR del Lazio per richiedere l’inserimento in GAE dei diplomati magistrali il cui titolo viene considerato abilitante a tutti gli effetti così come affermato dal Consiglio di Stato in diverse sentenze di merito.

Può presentare ricorso il personale che ha conseguito il diploma di scuola ed istituto magistrale entro l’anno scolastico 2001-2002 appartenente alle seguenti tipologie:

  • Diplomati magistrali che non hanno mai proposto alcun tipo di iniziativa legale;
  • Diplomati magistrali che hanno proposto ricorso al Presidente della Repubblica ;
  • Diplomati magistrali che hanno proposto azione di nullità del DM n. 325/2015 dinanzi al TAR del Lazio (l’opportunità di impugnare il DM n. 495 del 2016 per tale categoria di personale deriva dal fatto che l’azione di nullità già proposta dinanzi al TAR Lazio da coloro che non avevano impugnato nel termine dei 60 giorni il DM 325 del 2015, trattandosi di azione sperimentale, rispetto alla quale non sussiste una giurisprudenza formatasi in materia, potrebbe avere esiti che non coincidono con quelli favorevoli già ottenuti dal personale che ha impugnato nei termini il suddetto DM).
  • Diplomati magistrali che hanno proposto ricorso al giudice del lavoro. In questo caso possono partecipare al ricorso da proporre al TAR del Lazio, tutti coloro che hanno già avviato la vertenza presso il giudice del lavoro (di primo o di secondo grado) e che sono ancora in attesa della decisione nonché coloro che hanno ottenuto una sentenza negativa.


Per tutti coloro che sono stati destinatari di una sentenza emessa dal giudice del lavoro e che manifestano interesse ad attivare l’azione legale dinanzi al TAR del Lazio, si consiglia in ogni caso di proseguire anche nell’azione proposta al giudice del lavoro, per evitareil passaggio in giudicato di eventuali pronunce negative.

Il ricorso deve essere proposto entro e non oltre i 60 giorni dalla pubblicazione del DM a pena di decadenza. Quindi occorre che tutta la documentazione inerente la vertenza venga fatta pervenire in un unico plico entro e non oltre il 18 luglio 2016 e la domanda di inserimento in graduatoria entro l'8 luglio 2016 presso i nostri uffici.

Per qualsiasi informazione si può contattare la Flc Cgil al 0165 271644 o 3346726275 o via email a flcaosta@cgil.vda.it 

Articolo del 06/07/2016

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop