CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Impianti a fune, Filt Cgil Valle d’Aosta: “Preoccupazione per i lavoratori”


Il personale delle piste valdostane è al lavoro per disinfettare e sanificare seggiovie e cabinovie. Una mossa che vuole comunicare la massima attenzione sul fenomeno coronavirus, i cui numeri di contagio stanno lievitando vertiginosamente in questi giorni. Ma fermo restando che salute e sicurezza sono al primo posto, chi ci pensa al futuro dei lavoratori degli impianti a fune? Per Cristina Marchiaro segretario generale Filt Cgil Valle d’Aosta: “L’incertezza, legata all’ avvio della stagione sciistica a causa dell’emergenza sanitaria e dell’aumento dei contagi, sta facendo vivere giorni di preoccupazione ai lavoratori del settore, soprattutto agli stagionali”. “Fa tanto discutere -dice Marchiaro- la riapertura degli impianti e delle condizioni di sicurezza che dovranno essere rispettate, al fine di tutelare la salute, ma anche la tenuta economica del settore. Tutto giusto, ma crea sconcerto notare che non si sia spesa una sola parola sulla sorte dei lavoratori. Ad oggi non sappiamo se tutti verranno riassunti e a quali condizioni. È necessario attivare subito un confronto sui numeri e sulle tutele dei lavoratori in termini di ammortizzatori sociali. La questione occupazionale va affrontata subito per prevenire conseguenze negative sui lavoratori“.  

Articolo del 25/10/2020

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Passa al mobile
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop