CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

L'indennità di disoccupazione per i collaboratori (Dis-Coll) prorogata al 30 giugno 2017


La Dis-Coll, indennità di disoccupazione, spetta ai collaboratori coordinati e continuativi o a progetto, iscritti in via esclusiva alla Gestione separata, non pensionati e privi di partita Iva, che abbiano perduto involontariamente l'occupazione nel periodo che va dal 1° gennaio 2015 al 30 giugno del 2017.

Sono esclusi gli amministratori, i sindaci o revisori di società, associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica. 

L'indennità di disoccupazione per collaboratori, non si applica a ricercatori, borsisti e dottorandi (anche se l'estensione a tali categorie è prevista, a partire dal 1° luglio 2017, a seguito dell'approvazione del disegno di legge sul lavoro autonomo).

I collaboratori il cui rapporto sia cessato a partire dal 1° gennaio 2016 devono essere in possesso congiuntamente dei seguenti requisiti

  1. stato di disoccupazione al momento della domanda; 
  2. almeno tre mesi di contributi accreditata nella gestione separata tra il 1° gennaio dell'anno solare precedente la data di cessazione dal lavoro fino al giorno di disoccupazione

La misura della Dis-Coll dipende dal reddito dichiarato ai fini previdenziali. In particolare, la misura sarà pari al 75% del reddito dichiarato ai fini contributivi per l'anno della cessazione dal lavoro e per quello precedente, diviso per il numero di mesi di contributi, con i seguenti limiti:

  • se il reddito medio non supera i 1.195 euro mensili, l'indennità sarà pari al 75% di tale reddito;
  • se si superano i 1.195 euro mensili l'indennità sarà pari al 75% di tale reddito più il 25 per cento della differenza tra reddito medio e 1.195.

L'indennità mensile, in ogni caso, non potrà superare i 1.300 euro mensili, l'importo, inoltre, andrà ridotto progressivamente del 3 per cento al mese a partire dal quarto mese di fruizione dell'ammortizzatore.

L'indennità spetta, infine, per un numero di mesi pari alla metà della durata del contratto di collaborazione calcolato dal 1° gennaio dell'anno civile antecedente la cessazione del rapporto di collaborazione e il giorno di cessazione dal lavoro. In ogni caso la durata non può superare i 6 mesi. Ai soli fini della durata, non sono computati i periodi di lavoro che hanno già dato luogo ad erogazione di precedente Dis-COll.

I lavoratori devono presentare le domande all'inps, esclusivamente in via telematica, entro (a pena di decadenza) 68 giorni dalla data di cessazione del contratto di collaborazione; l’indennità spetta a decorrere dall’ottavo giorno successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro se la domanda è presentata entro l’ottavo giorno o, qualora la domanda sia presentata successivamente a tale data, la prestazione Dis-Coll spetta dal primo giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

Esclusivamente per le cessazioni tra il 1° gennaio 2017 e il 23/05/2017, il termine di 68 giorni per la presentazione della domanda decorre dal 23/05/2017 (data della pubblicazione circolare n.89 Inps).
 

Articolo del 25/05/2017

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop