CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Mancata Sostituzione dei Docenti-Una Norma che Intacca Gravemente la Qualità dell'Offerta Formativa


 La Flc Cgil della Valle d'Aosta in merito alla mancata sostituzione del 1° giorno di assenza dei docenti in tutti gli ordini e gradi di scuola, prevista dall'articolo 1 comma 333 della legge 190 del 2014, esprime netta contrarietà a tale norma in quanto questo provvedimento inficia gravemente la qualità dell'offerta formativa.

"La legge finanziaria - sottolinea il Segretario Regionale della Flc Cgil, Katya Foletto - prevede un contenimento della spesa pubblica che non tiene conto delle reali esigenze del mondo della scuola".

La circolare del Sovrintendente agli Studi della Regione, Fabrizio Gentile, del 9 settembre scorso, pur riconoscendo la necessità di sostituire i docenti assenti nei plessi della scuola primaria e dell'infanzia - funzionanti con una sola sezione o un solo insegnante  o nel caso di più assenze contemporanee - non da sufficienti garanzie alla qualità del servizio.

Ci sono tipologie di assenze, come i permessi per l'assistenza a famigliari disabili (legge 104/1992), il congedo parentale o l'assenza per malattia, che sono un diritto garantito per il personale docente così come per tutte le altre categorie di lavoratori.

"Non è pensabile - evidenzia il Segretario - che la mancata sostituzione dell'insegnante comporti soluzioni quali l'accorpamento delle classi, lo smistamento degli alunni in altre classi o sezioni, l'assegnazione di orari molto lunghi per il personale in servizio con conseguente diminuzione della qualità didattica e dell'offerta formativa".

Deve essere inoltre garantita la sostituzione dei docenti di sostegno e degli educatori del Convitto Regionale F. Chabod di Aosta.

"Siamo arrivati al paradosso che anche su supplenze lunghe come quelle di tre mesi per maternità, che si sapeva già in essere, i bambini e ragazzi si sono trovati a perdere il primo giorno di lezione e le scuole sono state costrette a modificare i contratti - continua Katya Foletto - avremo un incontro con l'Amministrazione Regionale il 28 settembre e sarà l'occasione per mettere sul tavolo queste ed altre problematiche come ad esempio l'aumento delle ore della lingua inglese nella scuola primaria senza che vi sia alcuna chiarezza sulle risorse e sulle modalità adottate nelle singole istituzioni scolastiche. Non vorremmo che École en Langue, bocciata dalle scuole, rientrasse così dalla finestra"

"Opereremo come sempre - conclude il Segretario - per garantire la qualità dell'offerta formativa che resta fondamentale e la tutela dei diritti dei lavoratori della scuola.

Articolo del 18/09/2015

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop