CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Pastasciutta Antifascista. Parteciperà Adelmo Cervi


Anche la Valle d'Aosta avrà la sua "Pastasciutta Antifascista" venerdì 28 e sabato 29 luglio . L'evento è organizzato da A.N.P.I., CGIL, FIOM, LIBERA contro le Mafie e UISP. Il programma delle due giornate "resistenti" prevede venerdì 28 luglio alle ore 20.30 ad Aosta nella sede della Camera del Lavoro in via L.Binel, 24 la  proiezione del film "I miei sette padri" alla presenza di Adelmo Cervi, figlio di Verina Castagnetti e Aldo, terzogenito dei sette fratelli Cervi fucilati dai fascisti al poligono di tiro di Reggio Emilia il 28 dicembre del 1943. Adelmo aveva appena compiuto quattro mesi. "Di mio padre ho sempre conosciuto il mito, mai l’uomo. Chi era veramente, non lo so". Aveva pochi mesi Adelmo quando il padre è stato ucciso. È di questo che parla “I miei sette padri”, il documentario girato da Liviana Davì. Di un figlio alla ricerca. Di memoria e di assenza. Di cosa resta di un padre che non c’è più eppure è così vivo in ogni celebrazione, in ogni via, in ogni statua, in ogni piazza d’Italia: "Questo mito si è portato via mio padre - scandisce Adelmo Cervi-. Mi ha lasciato in cambio soltanto un nome e una lapide per poi fare di lui un pezzo di un monumento unico, una statua a sette teste, sette uomini, sette vite, sette morti, sette medaglie".

Sabato 29 luglio alle ore 10 al campo sportivo di Roisan ritrovo per una passeggiata resistente. Alle 12  pastasciutta antifascista a base dei prodotti di ‘Libera Terra’ (prenotazioni entro giovedì 27 luglio). Alle 14 giochi per adulti e bambini’ e proiezione del cortometraggio realizzato da LIBERA Valle d'Aosta e UISP “La libertà corre sui pedali”, realizzato da Libera e Uisp Valle d’Aosta.

Sempre lo stesso giorno a Saint-Nicolas (Vens), dopo la messa nella cappella dei Partigiani ci sarà alle ore 18 la presentazione del libro ‘I miei sette padri” alla presenza di Adelmo Cervi. Per l'occasione musica e canti a cura dei Trouveur Valdotèn.

Un po' di "storia" sul significato della Pastasciutta Antifascista

I Fratelli Cervi, per festeggiare il crollo della dittatura, offrirono pastasciutta a tutta la loro comunità il 25 luglio del 1943. Pagarono con la vita, pochi mesi dopo, la loro voglia di pace e di liberazione partigiana.

Articolo del 16/07/2023

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
FEDERCONSUMATORI

XIX Congresso
XVIII Congresso

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Passa al mobile
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop