CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Piazza del Popolo si colora di rosso


Dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, le strutture regionali della Cgil a Roma per chiedere al governo pace, lavoro, democrazia e giustizia sociale.

Una trentina i partecipanti dalla Valle d’Aosta. A guidare la delegazione valdostana Vilma Gaillard segretaria generale CGIL Valle d’Aosta.

Che sia un 18 giugno di pace, giustizia sociale, democrazia e lavoro. Una giornata, una manifestazione dedicata a questi temi, con la quale la Cgil questa mattina - a partire dalle 10.30 - ha riempito piazza del Popolo a Roma, dopo aver riempito le Camere del lavoro di tutto il Paese, con 200 assemblee che hanno preparato quella nazionale di oggi nella Capitale. È ambiziosa la proposta della Cgil. Che prova a rendere evidente quel filo che lega tutto tra i temi solo apparentemente lontani dell’oggi. Perché la pace è una precondizione irrinunciabile della giustizia sociale, perché il lavoro e la democrazia sono minacciati dai venti e dall’economia di guerra. Perché l’inflazione galoppante, che rende ancor più poveri i salari, è nata inizialmente da una ripresa della domanda che scontava il contesto di fragilità della lunga catena di produzione globale, minata dagli andamenti dei contagi in ogni angolo del mondo e oggi esplode a causa delle speculazioni che giocano con le materie prime centellinate dal conflitto: il grano e il gas prima di tutto.

Oggi la Cgil ha portato in piazza decine di migliaia di persone da tutti i territori, proprio per dirlo chiaro e forte e per chiedere al governo scelte politiche che scongiurino l’ennesima crisi sociale dietro l’angolo. I prezzi crescono, le materie prime si fanno più scarse a ogni giorno di guerra che passa, gli stipendi restano fermi, il lavoro è sempre più precario, il denaro costerà di più. È urgente fermare questa deriva, adesso prima che sia troppo tardi.

Vilma Gaillard “ Anche noi in piazza per chiedere lavoro, pace, giustizia sociale e democrazia”

Per Vilma Gaillard, segretario generale Cgil Valle d’Aosta “ Il 18 giugno in piazza a Roma, perché provengo dalla più piccola regione d’Italia, la Valle d’Aosta. La mia partecipazione insieme a un nutrito gruppo di compagni della Cgil Valle d’Aosta vuole simboleggiare la nostra vicinanza ai tanti civili che sono i primi a pagare le conseguenze di una guerra assurda come quella Russia-Ucraina. Sono in piazza anche per testimoniare l’attenzione del mio sindacato ai temi del lavoro, della pace, della giustizia sociale e della democrazia. Le motivazioni della nostra partecipazione in piazza il 18 giugno? Perchè solo se saremo tanti e tutti insieme la nostra richiesta di pace, di lavoro e di giustizia sociale sarà come un vento che andrà a espandersi magari in tutto il mondo. Abbiamo bisogno di pace, ma anche e soprattutto di lavoro, giustizia sociale e democrazia, temi che come dicono gli slogan “camminano insieme” e noi saremo lungo quel percorso, con i nostri ideali di sempre". 




Articolo del 17/06/2022

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Passa al mobile
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop