CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Più sicuri insieme, Falcomatà (Spi): 'Le Istituzioni pensino all'attuazione di un presidio sociale'


Si è tenuto a Palazzo regionale l'incontro pubblico sul tema "Più sicuri insieme", che aveva l'obiettivo di informare tutta la comunità valdostana, in particolare gli anziani, sui comportamenti da adottare per preservare la propria sicurezza in casa e in strada e per evitare eventuali pericoli e truffe nell'utilizzo di Internet. "Più sicuri insieme" è la campagna sicurezza per gli anziani, alla quale ha aderito la Presidenza della Regione promossa dal Ministero dell'Interno, dalla Regione autonoma Valle d'Aosta e dalle associazioni dei pensionati delle organizzazioni confederali e datoriali, con il contributo dell'Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza operanti in Valle d'Aosta.

Domenico Falcomatà, segretario generale Spi Cgil Valle d'Aosta, in rappresentanza delle organizzazioni sindacali dei pensionati valdostani ha rimarcato nella premessa: "Viviamo purtroppo periodi preoccupanti, caratterizzati da diffusi episodi che vedono i nostri anziani spesso alla mercé di truffatori e delinquenti che senza scrupolo alcuno abusano della loro fragilità e della loro buona fede. Numerosi sono i casi anche nella nostra Regione di vicende in cui gli anziani sono vittime di furti, rapine e raggiri, fatti da chi senza scrupolo alcuno porta via soldi, messi da parte con parsimonia dopo anni di duro lavoro e gioielli, spesso ricordi di famiglia e di un passato a loro caro. Non sono solo delinquenti, ma iene che si intrufolano nella vita privata di persone, a cui tutti noi dobbiamo tanto, perché parliamo dei nostri nonni e nonne padri e madri. Questa iniziativa di cui siamo fieri di essere parte attiva nell'organizzazione vede tra i vari protagonisti le Forze dell'Ordine. A loro va un grazie speciale, perché “lottano” costantemente contro questi personaggi, che negli anni hanno sviluppato vere e proprie reti, con una minuzia quasi scientifica, nell'adescare questi soggetti fragili della nostra comunità". Sottolinea il segretario dei pensionati: " Una rete capillare tra cittadini e forze dell'Ordine non può che essere positiva. Il nascondere la testa sotto la sabbia non porta beneficio a nessuno, perché nessuno può ritenersi incolume da certi episodi. Altro fattore determinante l'informazione preventiva. Quindi è un bene che la Regione Autonoma Valle d'Aosta abbia abbracciato questa iniziativa, perché un'Istituzione solerte e vicina alle problematiche della sua comunità infonde tranquillità. Il sapere di “non essere solo o sola” è anche un aiuto a livello psicologico, dà coraggio e speranza nel futuro. E noi tutti lo dobbiamo ai nostri anziani". Rivolgendosi poi alle istituzioni regionali chiosa: "Ecco perché, rivolgendomi alle Istituzioni ( quindi Regione e Comuni in primis) pensiamo all'attuazione di un presidio sociale. Essere presenti e attenti sorveglianti del territorio, vicini ai cittadini sempre, non solo con le parole, ma con i fatti. È un bene per esempio che il Senato abbia provveduto alla modifica della legge, che parla proprio di raggiri nei confronti dei soggetti più deboli, ora auspichiamo che anche la Camera dia il suo ok. Però sarebbe importante per la Valle d'Aosta, che ha fatto del welfare il suo baluardo, un apposito disegno di legge con misure che tutelino sotto numerosi punti di vista il mondo degli anziani. Sarebbe fondamentale questo in una regione, in cui le reti familiari sono fortemente disgregate. Questo è emerso anche dall'analisi stilata dallo studio Ires Lucia Morosini con il coordinamento dello Spi Cgil Valle d'Aosta. È necessario migliorare le politiche urbanistiche, la residenzialità, gli spazi di incontro e le infrastrutture. Sono solo alcuni dei punti della ricerca, ma sono anche i punti, su cui da tempo come sindacato, insieme alle altre sigle sindacali, poniamo con forza l'attenzione. 

Bisogna ricordare sempre il valore dei nostri anziani che hanno dato la vita, fatto crescere  e affermare nel mondo le persone che sono oggi protagoniste della vita sociale. È nostro dovere quindi farci carico della riconoscenza, del rispetto e del sostegno nei confronti di tutti loro. Iniziamo da questo progetto e non perdiamoci per strada".

Scarica allegato: COMUNICATO Più Sicuri Insieme




Articolo del 28/09/2019

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Passa al mobile
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop