CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

Shiloh, la cassaintegrazione congela i licenziamenti, Graziola: 'Non possiamo ritenerci soddisfatti'


Venerdì 18 ottobre le Organizzazioni Sindacali hanno stipulato gli accordi con la Shiloh, Confindustria e Regione Valle d'Aosta in seguito alla procedura di licenziamenti collettivi per 70 lavoratori avviata dall'Azienda il 23 settembre 2019. Tali accordi prevedono:

  • l’apertura della Cassa Integrazione straordinaria per 12 mesi a partire dal 1° novembre 2019, in modo da bloccare i licenziamenti fino al 30 ottobre 2020. La CIGS avrà cadenza bisettimanale e coinvolgerà 130 lavoratori con un massimo di 70 lavoratori contemporaneamente, in modo da favorire una rotazione la più uniforme possibile.
  • La riduzione degli esuberi da 70 ad un massimo di 55. Tali esuberi riguardano figure lavorative non più confacenti alla riorganizzazione in atto alla Shiloh. I lavoratori coinvolti verranno scelti in base a due criteri: anzianità aziendale e ai carichi di famiglia in maniera da ottenere una lista oggettiva, rispondente ai criteri di legge.

Durante la Cigs ( cassaintegrazione straordinaria) eventuali licenziamenti volontari, riguardanti figure in esubero, avranno diritto ad un incentivo. Nel caso vi siano lavoratori, che a fine della CIGS, cui mancheranno un massimo di due anni alla pensione, potranno usufruire di una buonuscita al prepensionamento. Alla scadenza della Cigs i restanti esuberi saranno licenziati con incentivo. I casi sopra descritti concorreranno alla diminuzione degli esuberi solo nel caso che i lavoratori, che ne usufruiranno, siano comprese tra le figure lavorative in esubero.

Sarà organizzata in azienda una giornata di colloqui tra lavoratori e agenzie interinali in modo tale che i lavoratori possano avere formazione e informazioni utili a nuove ricollocazioni nel caso fossero nella lista degli esuberi.

Dal 18 ottobre entro 30 giorni i lavoratori dovranno iscriversi agli enti certificati per ottenere l'assegno di ricollocazione che integrerà quello della CIGS. L'iscrizione potrà essere effettuata anche in azienda nei giorni che saranno messi a disposizione dalle Agenzie interinali e dall'Anpal.

Per la Fiom Valle d'Aosta: "Pur riconoscendo la difficile situazione lavorativa dei dipendenti della Shiloh, auspicano che nel corso dei 12 mesi di CIGS tutte le soluzioni messe in campo possano concorrere ad una ulteriore riduzione degli attuali 55 esuberi e ad una ricollocazione lavorativa per gli eventuali lavoratori che si ritroveranno alla fine del percorso licenziati". Rimarca Fabrizio Graziola, segretario generale Fiom: " Non posso ritenermi soddisfatto, perché si parla comunque di esuberi, anche se eventualmente rimandati di dodici mesi. Certo abbiamo firmato degli accordi, ma la strada è ancora lunga è senza il via libera del Ministero la situazione non cambierebbe. Con questa firma c'è uno spiraglio di miglioramento, rispetto alla fase iniziale,che sembrava intraprendere percorsi ancora più ostici. La situazione non è comunque idilliaca, perché un miglioramento post cassaintegrazione dovrebbe passare un aumento della produzione Shiloh".




Articolo del 22/10/2019

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Passa al mobile
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop
aaa