CGIL Valle d'Aosta
HOME CHI SIAMO SEDI e CONTATTI

#Rinidovesei - Il No degli Insegnanti alla Riorganizzazione della Scuola Media


Si è concluso con un incontro pubblico ieri sera ad Aosta, nella sala della Bcc, il percorso organizzato dalla Flc Cgil, Cisl Scuola, Savt Ècole e Snals sulla riorganizzazione della scuola media valdostana che ha visto la partecipazione dei docenti nelle assemblee su tutto il territorio regionale.

Grande assente della serata, alla quale era stato mandato un invito, l'Assessore all'Istruzione e Cultura Emily Rini (presenti invece le forze di opposizione) che ha inviato solo un messagio "In merito alla riunione programmata per oggi 5 febbraio, tenuto conto dei precedenti incontri intercorsi con le rappresentanze sindacali che hanno permesso di confrontarsi e fare il punto della situazione al fine di garantire un confronto proficuo e costruttivo ritengo preferibile non parteciparvi. Approfitto dell'occasione per ringraziarvi per l'interesse da voi rivolto a questa problematica e chiedo, cortesemente, un incontro con la delegazione sindacale la prossima settimana al fine di analizzare i riscontri della riunione odierna".

Il segnale che arriva dagli insegnanti è chiaro "Una riorganizzazione priva di progettazione e didattica fatta solo per questioni di bilancio" 

"Siamo stati ricevuti da Gentile e Rini con una delegazione - ha detto Eddy Cretaz, architetto e docente di tecnologia - abbiamo cercato di spiegare il perchè questa modifica fosse sbagliata e parlato di didattica, spiegando come vengono svolte le lezioni e l'utilizzo dei moduli. Prima di andare via abbiamo fatto una proposta per avvicinare la didattica con le necessità di bilancio, garantendo però un risultato. Dopo un mese ci hanno richiamato e ci hanno detto che la questione era puramente economica, devono assumere alle superiori e quindi devono andare a risparmiare sulle medie. La progettazione e la didattica con questa riorganizzazione non c'entrano nulla".

E parlando del modello valdostano Cretaz aggiunge, "Dal Piemonte eravamo guardati con invidia per il modello scolastico che avevamo costruito, adesso si arriverà ad avere 100 minuti contro i 120 a livello nazionale e la risposta del sovrintendente è stata 'Farete quello che potrete'. Mi chiedo, a questo punto, che senso hanno avuto tutti gli investimenti fatti in questi anni dalla regione per le aule di informatica e tecnologia".

Questa riorganizzazione sarebbe dovuta, secondo l'Amministrazione regionale, ai risultati Invalsi deludenti, analisi però non condivisa da sindacati e docenti.

"In italiano in base ai dati Invalsi la nostra regione ha 213 punti, valore assoluto più alto in Italia in terza media - sottolinea Katya Foletto, segretario regionale della Flc Cgil - ed è quindi ovvio per l'amministrazione tagliare un terzo delle cattedre di Italiano. Per quanto riguarda invece matematica,  la Valle d'Aosta si attesta nella media nazionale con 200 punti, siamo solo ipiù bassi nel Nord-Ovest. Dati che rendono benissimo l'idea di come questa scuola media non sia assolutamente un fallimento, anzi, tenendo anche conto che rispetto ad altre Regioni, come Piemonte e Lombardia, noi lavoriamo in un contesto scolastico diverso".

Altra nota dolente riguarda la situazione dei precari come ha spiegato Marco Meinardi

“Questa riorganizzazione porterà ad un totale impoverimento della didattica. Per noi precari la situazione è grottesca, ci hanno caldamente raccomandato di abilitarci, altrimenti saremmo stati tagliati fuori. Un percorso costoso, sia in termini di tempo che di denaro, basti pensare che a fine giornata dovevamo andare a Torino per i corsi e alcuni docenti a Roma, e adesso con queste novità non vedremo un futuro nella scuola. Sono 12 anni che insegno e adesso dovrò cercare un altro lavoro. Abbiamo fatto presente il problema ma dall'altra parte il silenzio. E sul concorso che doveva uscire il 1° dicembre 2015 non sappiamo ancora nulla, un concorso che quindi è già fuori legge".

Prossima tappa sarà un presidio sotto Palazzo Regionale il 12 febbraio dalle ore 9 e i docenti non escludono altri tipi di mobilitazione nelle prossime settimane. 




Articolo del 06/02/2016

Comunicati
Notizie
Progetti
Gallerie
Video
Ricerca per categoria
Categorie
Servizi
FILCAMS
FILCTEM
FILLEA
FILT
FIOM
FISAC
FLAI
FLC
SLC
FP
NIDIL
SILP
SPI
Patronato INCA
Ufficio Vertenze Legali
CAAF Assistenza fiscale
Sportello Immigrati
SUNIA Inquilini

Associazioni
AUSER
FEDERCONSUMATORI

XVIII Congresso
Vai allo scaffale delle nostre riviste

La carta giusta per cambiare Il piano del lavoro Link utili
CGIL Nazionale
Rassegna.it
Radio Articolo 1
Wikilabour
Link utili
Link utili Feed RSS Free wi-fi in tutte le nostre sedi
Facebook Twitter Google Plus Youtube Area riservata
Astrelia Sviluppa siti internet e applicazioni per mobile iPhone iPad o Android e web application oltre che desktop